Seleziona la lingua

Indietro

La Guida Definitiva all’Organizzazione della Dispensa

Aggiungi all'Elenco Lettura

Organizzare la dispensa potrebbe non essere l’idea principale sul modo più divertente di trascorrere un pomeriggio di fine settimana, ma fidatevi di noi. La prossima volta che andrete a cercare il riso per preparare la cena, saprete che è stato tempo ben speso. E risparmiare tempo è solo un vantaggio. Una dispensa ben organizzata può aiutare a ridurre lo spreco di cibo, incoraggiare scelte salutari e risparmiare sui viaggi al supermercato. Inoltre, quando portate i vostri contenitori per la dispensa al negozio, potete fare scorta di merce sfusa e riporli facilmente nella dispensa quando tornate a casa. Questo significa meno rifiuti e imballaggi di plastica. Ed è solo l’inizio.

Ci sono molti altri consigli per organizzare la vostra dispensa come un professionista!

1. Scegliere il giusto Set Dispensa

Una dispensa degna di Pinterest è più facile di quanto si pensi. Essere disciplinati a fare acquisti all’ingrosso ed evitare merci preconfezionate vi aiuterà nel vostro percorso organizzativo e ambientale, con i vostri contenitori che fungono da recipienti per rendere la vostra dispensa più sostenibile. Non dovrete più fare confusione con imballaggi sfusi che in qualche modo finiscono in ogni angolo, o preoccuparvi che insetti o umidità possano rovinare il contenuto. 

Queste azioni vi permettono anche di abbandonare le costose confezioni in stile “apri e chiudi” che vantano di essere “facili da versare” o “facili da chiudere”, per prendere una direzione più minimalista, prediligendo confezioni semplici ed economiche – risparmiando denaro – in modo da poter trasferire il contenuto direttamente nei vostri contenitori. 

I nostri contenitori per la dispensa sono progettati per contenere un’ampia varietà di prodotti, di tutte le forme e dimensioni. Impilabili, ermetici e trasparenti, gli alimenti rimangono freschi e facili da riconoscere a colpo d’occhio. Potete anche etichettare il contenuto, le date di scadenza e i tempi di cottura, così non dovrete più pensare a quanto tempo ci vorrà per cucinare quelle lenticchie! 

2. Organizzare la propria dispensa

Considerate gli oggetti che usate di più e raggruppateli per riordinarli in modo efficiente. Il bello è che i vostri contenitori per dispensa possono essere organizzati per le vostre esigenze specifiche e in base all’allestimento della vostra cucina, non il contrario! Per esempio, potreste desiderare che gli strumenti per la preparazione dei piatti siano più a portata di mano, che i vostri prodotti essenziali per la cottura siano raggruppati in un angolo accogliente e che tutte le vostre spezie siano chiusi dietro le ante della credenza. Non c’è una risposta sbagliata! Ora che sapete da dove cominciare, ecco qualche utile indicazione su cosa conservare, dove e quanto.

Spezieri Grandi (2 pz) e Spezieri Piccoli (2 pz)

  • Pepe (140 g)
  • Prezzemolo essiccato (40 g)
  • Insalata di erbe (80 g)
  • Bastoncini di cannella
  • Foglie di alloro  

Ovale 1 da 500 ml 

  • Sale (500 g)
  • Dadi tagliati e interi (200 g)
  • Fiocchi di cioccolato per la prima colazione (100 g)
  • Uvetta (250 g)

Ovale 2 da 1.1 l

  • Zucchero (1 kg)
  • Semola (750 g)
  • Riso (750 g)
  • Legumi (750 – 800 g)
  • Amido (500 g)
  • Frutta secca (500 g)
  • Pangrattato (400 g)
  • Fiocchi di cocco (250 – 300 g)
  • Cacao istantaneo (400 g)

Ovale 3 da 1.7 l

  • Farina (1 kg)
  • Pasta (e.g. Farfalle, Rigatoni 500 g)
  • Riso (1.2 – 1.3 kg)
  • Caffè (500 g)

Ovale 4 da 2.3 l

  • Pasta: noodles, spirali (500 g)
  • Muesli (750 g) 
  • Zucchero (2 kg)

Ovale 5 da 2.9 l

  • Cornflakes (750 g)
  • Cannelloni (500 g)

Quadrotto da 1.1 l

  • Torte in vassoio 
  • Biscotti
  • Dolci 
  • Granola 

Quadrotto da 2.6 l

  • Biscotti (grandi quantità)
  • Torta (grandi quantità)

Quadrotto da 4 l

  • Pasta (grandi quantità)
  • Farina (grandi quantità)
  • Prodotti da forno
  •  

Spaghettiere (con sigillo) e Spaghettiere (con sigillo per liquidi)

  • Spaghetti (grandi quantità)
  • Olio fatto in casa 
  • Aceto

3. Organizzare il cibo per stile di vita

Invece di organizzarsi semplicemente per categoria, provate a organizzarvi per stile di vita. Per esempio, se state cercando di incoraggiare la famiglia a cucinare di più, potreste creare spazio nella dispensa per cibi secchi facili da cucinare come pasta e riso in Ovale 3 da 1,7 l e Ovale 4 da 2,3 l. Oppure, se state cercando di incoraggiare spuntini più salutari, mettete delle fette da toast e dei cracker nel vostro Quadrotto da 4 l, e granola o mais essiccato in Quadrotto da 1,1 l verso la parte anteriore, in modo che siano più facili da afferrare. Usate Quadrotto da 2,6 l per biscotti e torte e metteteli nella parte posteriore della dispensa in modo che non siano così facilmente accessibili.  

Suggerimento professionale: Organizzare la vostra dispensa porta con sé così tanti vantaggi, ma uno dei più astuti deve essere il fatto che mantenere tutto visibile nei vostri contenitori per dispensa significa che non finirete mai per comprare il doppio (o il triplo!) degli ingredienti che già avete, solo perché non li avete trovati nel disordine. Nel complesso, risparmierete denaro ed eviterete inutili sprechi.

4. Prediligere alimenti sfusi

Ora che avete sistemato la vostra dispensa, ecco l’abitudine per tenerla pulita, sia in senso organizzativo che ambientale: 

L’acquisto di prodotti alimentari privi di imballaggi non solo vi assicura più spazio sui ripiani della dispensa e un aspetto più uniforme, ma fa anche miracoli per l’ambiente. Evitando gli imballaggi monouso degli articoli acquistati, fate attivamente la differenza nel mondo riducendo l’emissione di anidride carbonica. 

Suggerimento Professionale: Dato che sempre più supermercati si stanno impegnando a dire addio ai sacchetti di plastica – o anche alle confezioni in generale – potete contare sui vostri contenitori da dispensa se state cercando di fare di un supermercato “senza imballaggi” il vostro nuovo obiettivo, potendo stoccare direttamente gli ingredienti, come cereali e spezie sfuse, direttamente nei vostri contenitori.

5. Tracciare le date di scadenza

Tenere traccia della data di scadenza è essenziale quando si tratta di salute e sicurezza, ma aiuta anche a prevenire lo spreco di cibo. Sapere quanto tempo avete a disposizione per mangiare un alimento e dare priorità ai cibi più vecchi nella dispensa è un modo sicuro per sfruttare al meglio i soldi spesi per la spesa, riducendo al tempo stesso la quantità di cibo avariato che si butta via. I contenitori da dispensa sono facili da etichettare in modo da poterli riconoscere a colpo d’occhio.

6. Praticare l’arte della manutenzione

Quando scrivete la lista della spesa, fate in modo che la manutenzione della dispensa faccia parte del vostro approccio. Una dispensa organizzata ha bisogno di una manutenzione continua. Trascorrerete 5-10 minuti per accertarvi che tutto sia al proprio posto, facendo il punto su ciò di cui avete bisogno. 

Avete bisogno di altri consigli? Mettetevi in contatto con la vostra Consulente Tupperware per altri trucchi su come ottenere la dispensa perfetta. La vostra cucina da sogno vi aspetta. #NoTimeToWaste

Aggiungi all'Elenco Lettura Stampa articolo
Sfoglia il nostro catalogo online Autunno/Inverno 2021
Sfoglia
Metodi di Pagamento
Acquisto sicuro
  • Consegna veloce
  • Protezione dell'acquirente & protezione dei dati
  • Pagamento sicuro con crittografia SSL