Seleziona la lingua

Indietro

Che cavolo mangi?

Aggiungi all'Elenco Lettura

Che cavolo! Non solo un’esclamazione ma soprattutto un ortaggio fra i più nutrienti e salutari. Ricco di fibre, ferro ed omega 3, ha anche proprietà antinfiammatorie, disintossicanti e depuranti.

I cavoli fanno parte della famiglia delle Crucifere. Infatti, una caratteristica che contraddistingue gli appartenenti a questa famiglia sono i fiori a quattro petali disposti appunto a croce.

In questa stagione i mercati sono pieni di questi ortaggi invernali. C’è davvero l’imbarazzo della scelta: bianchi, verdi, viola, arancioni, neri. Alcuni caratterizzano ricette regionali, altri arrivano da lontano. Ma quali sono i più diffusi in Italia?

CAVOLFIORE BIANCO

E’ una della varietà più comuni, dalla consistenza soda e compatta, ha un bassissimo contenuto calorico ed un alto potere saziante.

Ottimo come condimento per la pasta, magari ridotto a crema e accompagnato da acciughe, uvetta e pinoli. Delizioso anche al forno o conservato sottaceto per una giardiniera di tutto rispetto.

CAVOLFIORE VIOLA

E’ una della varietà più comuni, dalla consistenza soda e compatta, ha un bassissimo contenuto calorico ed un alto potere saziante.

Ottimo come condimento per la pasta, magari ridotto a crema e accompagnato da acciughe, uvetta e pinoli. Delizioso anche al forno o conservato sottaceto per una giardiniera di tutto rispetto.

BROCCOLO ROMANESCO

Colore verde brillante, di forma appuntita con delle cimette regolari. Per godere appieno di tutte le sue innumerevoli proprietà antiossidanti e depurative, il consiglio è di gustarlo crudo con filetti di alici, olive, arance pelate a vivo ed un pizzico di peperoncino. 

CAVOLO CAPPUCCIO

E’ l’ortaggio anti raffreddore per eccellenza grazie al suo alto contenuto di vitamina C, circa 60-80 mg ogni 100 grammi contro i 45 dell’arancia. Ottimo stufato o cotto al vapore per non più di 15-20 minuti.

CAVOLO VERZA

C’è chi lo ama, chi lo odia ma una cosa è certa: del cavolo verza non si butta via nulla. Un ortaggio simbolo delle prime brinate invernali, dalle tipiche foglie increspate, la verza è l’ingrediente principe di molte ricette regionali, dalla Cassoeula milanese ai Pizzoccheri valtellinesi. 

CAVOLO NERO

Completamente diverso dagli altri tipi, il cavolo nero è caratterizzato da lunghe e sottili foglie scure. E’ l’ingrediente principale della famosa Ribollita toscana, il piatto di recupero della tradizione fiorentina a base di pane raffermo e verdure di stagione, bollita più volte, quindi “ribollita”. 

BROCCOLETTO

I broccoletti sono costituiti da piccoli ammassi floreali prodotti dal cavolo broccolo ramoso e dalle cime di rapa. Tra questi troviamo le cime di rapa baresi, immancabili per condire un bel piatto di orecchiette. Alla stessa famiglia appartengono anche i friarielli che, accanto alle salsicce, costituiscono il contorno invernale preferito dalle famiglie napoletane.

CAVOLETTI DI BRUXELLES

Tra i più piccoli nella famiglia dei broccoli, si presentano con forme piccole e tondeggianti, non più grandi di una noce.

Al momento di cucinarli vanno privati di un paio di foglie più esterne e del torsolo e poi lessati, conditi solo con un generoso filo d’olio ed un po’ di pepe nero, oppure rosolati con cipolla e guanciale o ancora infornati con pancetta e formaggio grattugiato.

Pancake di Cavolfiore

Dopo tutti questi cavoli non vi è venuta voglia di assaggiarli? Per questo a questo link potete trovare una deliziosa ricetta per preparare al Microonde dei fantastici Pancake salati al Cavolfiore!

Aggiungi all'Elenco Lettura Stampa articolo
Sfoglia il nostro catalogo online Autunno/Inverno 2021
Sfoglia
Metodi di Pagamento
Acquisto sicuro
  • Consegna veloce
  • Protezione dell'acquirente & protezione dei dati
  • Pagamento sicuro con crittografia SSL